PROTOCOLLO DI REGOLAMENTAZIONE COVID-19 DEL 24-04-2020 (FORMAZIONE RESIDENZIALE/COMITATI AZIENDALE)

In data 24 aprile 2020 tenuto conto dei vari provvedimenti del Governo e, da ultimo, del DPCM 10 aprile 2020, nonché di quanto emanato dal Ministero della Salute, è stato pubblicato ilPROTOCOLLO DI REGOLAMENTAZIONE DELLE MISURE PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19 NEGLI AMBIENTI DI LAVORO.

Il suddetto protocollo contiene linee guida condivise tra le Parti per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio COVID 19 negli ambienti di lavoro.

In allegato alla presente si invia il regolamento nella sua interezza da applicare fino a che non vengono pubblicate nuove direttive, lo stesso dovrà essere necessariamente comunicato a tutte le vostre aziende e ai rispettivi lavoratori al fine di rispettare le disposizioni vigenti.

In particolare, il seguente protocollo all’articolo 10 - SPOSTAMENTI INTERNI, RIUNIONI, EVENTI INTERNI E FORMAZIONE ai punti 3 e 4 dispone che:

• Sono sospesi e annullati tutti gli eventi interni e ogni attività di formazione in modalità in aula, anche obbligatoria, anche se già organizzati; è comunque possibile, qualora l’organizzazione aziendale lo permetta, effettuare la formazione a distanza, anche per i lavoratori in smart work.

• Il mancato completamento dell’aggiornamento della formazione professionale e/o abilitante entro i termini previsti per tutti i ruoli/funzioni aziendali in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, dovuto all’emergenza in corso e quindi per causa di forza maggiore, non comporta l’impossibilità a continuare lo svolgimento dello specifico ruolo/funzione (a titolo esemplificativo: l’addetto all’emergenza, sia antincendio, sia primo soccorso, può continuare ad intervenire in caso di necessità; il carrellista può continuare ad operare come carrellista).

Pertanto invitiamo tutti gli associati fino a nuove disposizioni a non richiedere corsi residenziali ma lavorate e attivare soltanto corsi in modalità Fad (online) o Videoconferenzagià disponibili e attivi sulla vostra piattaforma ESAFAD.

All’articolo 13 il regolamento parla anche di AGGIORNAMENTO DEL PROTOCOLLO DI REGOLAMENTAZIONE il quale prevede:

• È costituito in azienda un Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo di regolamentazione con la partecipazione delle rappresentanze sindacali aziendali e del RLS.

• Laddove, per la particolare tipologia di impresa e per il sistema delle relazioni sindacali, non si desse luogo alla costituzione di comitati aziendali, verrà istituito, un Comitato Territoriale composto dagli Organismi Paritetici per la salute e la sicurezza, laddove costituiti, con il coinvolgimento degli RLST e dei rappresentanti delle parti sociali.

Al fine della tutela, la rappresentanza e il rispetto del presente regolamento si invitano gli associati, per le aziende gestite, alla costituzione di un Comitato Aziendale sulla base del modello che qui si allega, lo stesso dovrà essere firmato dal datore di lavoro (parte datoriale), Rappresentante Sindacale dei Lavoratori (RLS o RLST) e dal convenzionato OPN (Organismo Paritetico Nazionale) in qualità di Rappresentante Territoriale dell’OPN, lo stesso poi dovrà essere trasmesso a mezzo email alla direzione nazionale dell’OPN al seguente indirizzo emailinfo@confederazionecnl.it

Con la sicurezza che tutti insieme riusciremo a vincere anche questa battaglia, Vi auguriamo buon lavoro.

In questo momento difficile per il nostro Paese, ci teniamo a dirvi che la Dirigenza e lo staff di OPN ITALIA LAVORO continuano ad esservi vicino e ovviamente a vostra più completa disposizione per qualsiasi informazione o chiarimento.

https://www.opnitalialavoro.it/wp-content/uploads/2020/04/REGOLAMENTO-COVID.pdf

https://www.opnitalialavoro.it/wp-content/uploads/2020/04/INFORMATIVA-LAVORATORI.pdf

https://www.opnitalialavoro.it/wp-content/uploads/2020/04/Verbale-di-costituzione-del-Comitato-di-applicazione-1-1.docx

Pannello di controllo

Informazioni